SRTRi Adolescenti


La Struttura Residenziale Terapeutico Riabilitativa per Adolescenti per Trattamenti Comunitari Intensivi si propone - attraverso un trattamento multifattoriale e multidisciplinare - di accogliere adolescenti con necessità di cura nell'ambito della salute mentale, affinché possano riconnettersi al loro percorso evolutivo, recuperando il loro assetto funzionale, anche sotto il profilo affettivo-relazionale, ripristinando la loro rete familiare e sociale, supportati in ogni fase del delicato percorso da personale sanitario specializzato (neuropsichiatri, psicologi, tecnici della riabilitazione, educatori, assistenti sociali, infermieri, operatori socio-sanitari).
Potranno essere accolti presso il modulo giovani pazienti (età 12-17 anni) con quadri psicopatologici definiti o in via di definizione diagnostica, relativamente a: esordi psicotici, disturbo bipolare, disturbi depressivi, tentativi di suicidio, disturbi della condotta, quadri psicosomatici gravi, invalidanti forme di disturbo ossessivo compulsivo o di fobia complessa, condizioni di serio evitamento e/o isolamento sociale, quadri di grave e ripetuto discontrollo degli impulsi, stato di agitazione psicomotoria, esordio di disturbi della personalità, etc .
E' noto che la tempestività con la quale si riesce a trattare un disturbo ai suoi esordi è elemento centrale, insieme ad altri, per il favorevole esito dell’evoluzione del quadro clinico, con ripercussioni positive sia relativamente alla salute individuale del singolo, sia più in generale sotto il profilo della salute pubblica e dei suoi costi.
Su ogni minore sarà effettuata un'attenta valutazione del sintomo e della condizione clinica generale, un'esplorazione approfondita delle dinamiche psicologiche e relazionali che possono contribuire al disturbo stesso, con uno sguardo volto anche all'individuazione delle risorse individuali, la cui identificazione consentirà di declinare un programma di cura personalizzato. La valutazione, laddove non effettuata in passaggi sanitari precedenti, si potrà giovare di ausili psicodiagnostici tarati per l'età evolutiva che verranno somministrati e decodificati dal personale specialistico interno all'équipe.
L'accesso al modulo è richiesto ed autorizzato dai TSMREE territoriali, i cui referenti possono finalizzarlo all'inquadramento diagnostico, alla definizione di programmi farmacologici, alla stabilizzazione di quadri clinici, al monitoraggio attivo di condizioni psicopatologiche, alla decompressione di situazioni familiari generate da complesse problematiche relazionali, etc.
Dei dieci posti letto disponibili, due potranno essere riservati a giovani segnalati dai Tribunali per i Minorenni, sia per esigenze di tutela in ambito civile, sia per provvedimenti nell'ambito della giustizia penale (misure alternative alla detenzione, messa alla prova, etc).
A seguito della segnalazione da parte del referente territoriale del TSRMEE, verrà avviata una preliminare conoscenza del minore e dei suoi genitori, ove presenti, attraverso una visita specialistica, nel corso della quale verranno valutate le condizioni cliniche del paziente, la sussistenza di una condizione di compatibilità clinica con la tipologia assistenziale del modulo, la motivazione al ricovero sia del minore che della coppia genitoriale, la coerenza tra la domanda e la mission del modulo. Tali elementi concorreranno alla determinazione di un parere favorevole all'ingresso del minore, che verrà comunicato sia al nucleo, sia al referente territoriale.
L'inserimento potrà protrarsi - conformemente alla tipologia intensiva del modulo - da 30 a 60 giorni; sulla base di specifici progetti terapeutici condivisi con i referenti territoriali, tale durata potrà essere modulata ed estesa per esigenze specifiche del minore.
All'atto della richiesta di ingresso per un minore, il referente territoriale redigerà un PTI (Piano di Trattamento Individuale), in cui compariranno le generalità del minore, la sua eventuale diagnosi e le linee generali di trattamento richieste. All'ingresso nel modulo verrà formulato un PTRP (Programma Terapeutico Riabilitativo Personalizzato) a cura del personale interno, in cui verrà esplicitato il piano trattamentale personalizzato, che andrà a costituire la direttrice del lavoro sul singolo paziente, anch'esso modulabile ed adattabile alle modifiche dei bisogni assistenziali dello stesso.
Le prestazioni che caratterizzano il modulo si articolano in tre macro-aree:
riabilitazione di base: comprende attività orientate al recupero o all'acquisizione di abilità di base (autonomie personali rispetto all'igiene, alla cura di sé e dei propri spazi, etc.);
riabilitazione specifica: comprende attività strutturate di gruppo, con finalità espressive, di potenziamento cognitivo, delle abilità sociali, di risveglio muscolare, di mantenimento e/o recupero del livello didattico, etc. A tali attività, potranno affiancarsi occasioni culturali di uscita sul territorio (mostre, visite, gite, etc.) finalizzate alla sperimentazione di sé e di sé con gli altri, in contesti alternativi rispetto a quello consueto e di riferimento;
riabilitazione specialistica: comprende la proposta psicoterapeutica individuale, della coppia genitoriale, del nucleo nella sua interezza, a seconda delle necessità cliniche del caso. Tali prestazioni verranno effettuate da personale sanitario e psicologico, specializzato nel trattamento del minore e del nucleo familiare. Quindicinalmente verranno inoltre effettuati incontri di gruppo per i genitori dei minori ospiti, finalizzati alla condivisione di informazioni organizzative, di esperienze, di spunti di riflessione comune.
Durante il periodo di inserimento verranno effettuate riunioni di rete con i referenti territoriali (TSRMEE, Municipi, Tribunale per i Minorenni, Comunità estensive, ect.), finalizzate alla condivisione del progetto di cura. Tali riunioni saranno effettuate anche nella fase conclusiva dell'inserimento, nel momento in cui sarà necessario curare il passaggio dalla dimissione dal modulo allo step successivo, sia esso il rientro in famiglia, sia l'ingresso in una struttura con livello assistenziale adeguato alle esigenze cliniche del paziente.